\\ Home Page : Articolo : Stampa
Vattinni Paola
Di paola (del 27/03/2013 @ 00:00:00, in dBlog, linkato 515 volte)
Un tempo infinito, informe, i giorni uguali ai giorni, con i domani che si ripetono identici, intrappolati in ricorrenze sempre più sbiadite.
Notti troppo lunghe. Immobili. Buio, dietro gli occhi chiusi. E intanto una ninna nanna di rumori filtrati arriva ad affondare il sonno.
Facce che non cambiano. Voci che ripetono tutto e il contrario di tutto, con ogni frase che conserva inspiegabilmente il suo senso.
Mi convinco a lasciarlo andare. Ma non posso, i morti non se ne vanno. Restano. Attaccati alle cose, ai luoghi, alle parole, agli odori, alle persone. Non riesco a smettere di amare tutto questo. È continuare ad amare Maddi.
Ma non basta. C’è tutto un mondo là fuori. È un rischio lo so, ma ora credo che ne valga la pena. Sono io che me ne devo andare. Un passo dietro l’altro. Verso un nuovo viaggio. Per poter ritornare, in giornate come queste, qui, dove mi piace ancora stare, con te. Proprio come oggi.